salsa-maionese-343

Come fare maionese

Di in Cucina on 5 settembre 2016

Per fare la maionese, non è necessario faticare usando una frusta a mano: si può benissimo fare riferimento a un frullatore. Anzi, a dire la verità usando questo elettrodomestico i tempi di preparazione vengono notevolmente ridotti, per non dire addirittura dimezzati, e in più non si rischia che la salsa impazzisca. Per prima cosa si inserisce nella ciotola un uovo intero, aggiungendo un pizzico di sale e un pizzico di pepe, per poi unire il succo di mezzo limone e due cucchiai di olio. Ora il frullatore può essere azionato alla prima velocità, o comunque impostato sulla velocità necessaria per la preparazione delle salse. Dopo dieci secondi, si inizia a versare l’olio, tenendo conto che ogni uovo richiede 15 grammi di olio, sfruttando l’apertura del coperchio. Nel momento in cui la maionese non riesce più ad assorbire l’olio, vuol dire che è pronta: lo si può notare perché si viene a formare una piccola macchia d’olio nel mezzo, mentre il frullatore comincia a girare a vuoto.

Fare la maionese, insomma, sembra abbastanza semplice: è necessario, però, conoscere i trucchi da applicare per evitare che impazzisca nel corso della lavorazione. Che cosa vuol dire che la maionese impazzisce? Molto semplicemente, che l’olio si separa dal tuorlo: a quel punto la salsa non è più come dovrebbe essere. Se ci si rende conto che la maionese su cui si sta lavorando è impazzita, ad ogni modo, non serve buttarla via, ma si può rimediare con facilità unendo un altro tuorlo e continuando a frullare per renderlo spumoso. Le uova, chiaramente, devono essere fresche (anche perché sono utilizzate a crudo), non fredde ma a temperatura ambiente.

Un altro inconveniente in cui si può incappare quando si prepara la maionese è quello che porta a una salsa troppo fluida: in questo caso la soluzione può essere individuata nell’aggiunta di un tuorlo sodo o addirittura di unapatata lessata e schiacciata di piccole dimensioni. A prescindere dalla scelta che si compie, però, è importante che gli ingredienti che vengono aggiunti non siano né troppo caldi né troppo freddi.

Nel caso in cui ci si accorga che la maionese ha un colore troppo scuro, la si schiarisce con il limone. Se, infine, la maionese in superficie ha generato uno strato di unto poco piacevole, vuol dire che è stata lasciata all’aria aperta per troppo tempo: basta coprirla con un po’ di pellicola trasparente e metterla in frigo per risolvere il problema.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>