quinoa

Come preparare quinoa

Di in Cucina on 30 settembre 2016

Per preparare la quinoa è possibile fare riferimento a varie ricette, che permettono di gustare questo alimento usufruendo e beneficiando di tutte le sue proprietà nutritive. Prima di cuocerla, però, è necessario sciacquare i suoi chicchi (a meno che non si stia utilizzando la quinoa in scatola, che è già pronta): la si mette in un colino e la si passa per un paio di minuti sotto l’acqua corrente, allo scopo di eliminare le saponine che sarebbero responsabili di un gusto fin troppo amaro. Ora i chicchi vanno tostati in padella: si tratta di una procedura facoltativa, ma consigliata, che darà al piatto una consistenza più croccante. La quinoa va cotta in questo modo, insieme a un filo di olio extra vergine di oliva, per non più di un minuto.

A questo punto si può passare alla cottura vera e propria, adoperando una parte di quinoa e due parti di acqua: se si ha a disposizione del brodo vegetale o del brodo di pollo, lo si può benissimo adoperare. Dopo avere alzato la fiamma per una cottura a fuoco medio, nel momento in cui il liquido arriva a ebollizione si può abbassare il fuoco e coprire con un coperchio; dopodiché si lascia sobbollire per un altro quarto d’ora, o comunque fino a quando i chicchi non assumono un aspetto traslucido, con una spirale sui germi bianchi. La quinoa dovrebbe essere cotta al dente, esattamente come se si avesse a che fare con la pasta. Bisogna tenere a mente che “cresce” non solo quando cuoce, ma anche dopo che la si è tolta dal fuoco: massima attenzione con le dosi, quindi.

Dopo che la quinoa è stata tolta dalla fiamma, è necessario lasciarla in padella per quattro o cinque minuti con il coperchio chiuso: durante questo lasso di tempo, assorbirà l’umidità. Tolto, in seguito, il coperchio, i chicchi andranno smossi con l’aiuto di una forchetta: la quinoa potrà essere servita con un po’ di curry o aggiunta a un’insalata, ma anche come contorno per un arrosto o addirittura risottata.

A questo proposito, la quinoa può essere cotta direttamente in una risottiera. Dopo averla sciacquata, la si mette direttamente nella risottiera insieme con un pizzico di sale e due tazze di brodo di pollo: la cottura deve durare per un quarto d’ora, sempre tenendo conto del modello di risottiera con cui si ha a che fare. L’ideale sarebbe ricorrere alla cottura per il riso in bianco.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>