Hispanic mother with baby working in home office

Come lavorare da casa con un bambino piccolo

Di in Lavoro on 26 gennaio 2016

Lavorare da casa, come “inventarsi” il lavoro

Al giorno d’oggi è piuttosto complicato trovare il cosiddetto posto fisso oppure un lavoro a tempo indeterminato, perciò molte persone il lavoro sono costrette ad inventarselo. E così stanno andando molto forte i lavori da casa, di cui si possono fare diversi esempi: blogger, sarti su commissioni, artigiani e lavoretti fatti a mano. Questi lavori presentano dei vantaggi ma anche degli svantaggi. Da una parte si può gestire meglio il tempo a propria disposizione, dall’altra parte bisogna fare i conti con altre problematiche, come ad esempio lavorare da casa con un bambino piccoloLavorare da casa facendo la mamma o il papà? Certo che si può, basta tessere una propria rete di amicizie, gestire ed organizzare il proprio tempo e ciò che sembra una missione impossibile diventa una cosa sicuramente fattibile.

Lavorare da casa con un bambino piccolo: consigli utili

Il primo consiglio per lavorare da casa con un bambino è quello di organizzare il tempo e stilare una sorta di piano lavorativo quotidiano, settimanale o mensile. Stando a casa si ha la sensazione di avere sempre tempo, ma non è così poiché, soprattutto con un bambino piccolo, escono sempre numerosi imprevisti. Non bisogna rimandare il lavoro stabilito, seguire il piano lavorativo è un ottimo inizio per lavorare da casa con un bambino piccolo. Da mettere in conto che una buona parte del lavoro sarà svolto la sera. Se durante il giorno si vuole passare del tempo di qualità coi propri bambini, è anche vero che quel tempo va recuperato. E allora, dopo il bacio della buonanotte al piccolo, bisogna dedicare almeno un paio d’ore al proprio lavoro. Non bisogna esagerare però, altrimenti si rischia di avere uno stato psico-fisico precario. In alternativa alcuni pomeriggi si può mandare il proprio piccolo da un amichetto, oppure chiedere a parenti o amici di portare il bambino a fare un giro. Così si avrà più tempo per lavorare il pomeriggio o la mattina.

Coinvolgere i piccoli nel proprio lavoro

Altro buon consiglio è quello di coinvolgere i bambini durante il lavoro. Se ad esempio si deve iniziare un lavoro ad uncinetto, si può chiedere al piccolo quale colore preferisce. O se si gestisce un sito web di e-commerce, si può chiedere al piccolo quale prodotto lanciare. Per convincerlo ad aiutarvi è consigliabile promettergli una favola, un giocattolo oppure un giro al parco. Il piccolo sarà più propenso ad ascoltarvi in modo da poter svolgere il lavoro con più calma e serenità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>