pexels-photo-70292

Come prepararsi al colloquio di lavoro: qualche regola di bon ton

Di in Lavoro on 5 ottobre 2017

Chi desideri prepararsi al colloquio di lavoro in modo impeccabile deve necessariamente cercare di seguire alcune semplici regole di bon ton. Prima di tutto è importante prestare attenzione all’abbigliamento, che deve essere adeguato ad un colloquio di lavoro, che non deve essere volgare e che deve essere lo specchio del rispetto che provate nei confronti del selezionatore che avete davanti ai vostri occhi. Andare ad un colloquio vestendosi come se steste andando in spiaggia o in discoteca è una mancanza di rispetto che verrà notata all’istante e che vi farà sicuramente perdere l’occasione di poter essere scelti per quell’impiego. Anche se è vero che l’abito non fa il monaco, possiamo assicurarvi che quando si tratta di un colloquio fare una buona impressione è di fondamentale importanza: dopotutto un selezionatore ha pochi minuti per capire se voi siete la persona giusta per quel lavoro e deve necessariamente prendere in considerazione tutti i segnali disponibili, abbigliamento compreso.

Tra le altre semplici regole di bon ton che dovete necessariamente seguire c’è ovviamente anche quella di spegnere il telefono cellulare. Immaginate per un attimo che cosa accadrebbe se proprio durante il colloquio il telefono dovesse mettersi a suonare o a vibrare! Possiamo assicurarvi che anche questa è una mancanza di rispetto che verrebbe notata. E vi diciamo subito che non ha alcuna importanza se avete delle attenuanti come, ad esempio, i bambini lasciati con la baby sitter o una persona a voi cara malata. Avete deciso di vostra spontanea volontà di andare al colloquio e dovete prestare la massima attenzione possibile al vostro selezionatore, dimenticandovi per qualche momento del mondo all’esterno. No infine a chewing gum o caramelle che vi farebbero ottenere un aspetto davvero grezzo e poco educato e non dimenticate mai di togliervi gli occhiali da sole o il cappello.

Seguendo questi semplici consigli, avrete la possibilità di fare davvero una buona impressione, ma questo basta? Ovviamente no! Oltre al bon ton, alla buona educazione, ad avere un aspetto impeccabile, dovrete cercare di impressionare il vostro selezionatore e per farlo non avete a nostro avviso altra scelta che affidarvi a dei professionisti del mondo del lavoro.

Professionisti di questo genere che possano dare una mano alla simulazione del colloquio erano un tempo forse piuttosto difficili da scovare, ma oggi invece sono a portata di click grazie all’innovativa start up JoJump. Direttamente dal vostro computer di casa potrete avere a vostra completa disposizione un consulente specializzato nei colloqui che vi aiuterà ad effettuare delle simulazioni, a scoprire gli errori che commette nel rispondere alle domande più diffuse, a mettere a freno alcuni atteggiamenti sbagliati. Vi aiuterà a scoprire le regole di bon ton che non dovete assolutamente dimenticare e come riuscire quindi a fare davvero breccia nella corazza del vostro selezionatore, una corazza che è sicuramente dura perché dura deve essere la selezione per un posto di lavoro, una corazza che ha sempre un punto debole che voi potrete sfruttare per il vostro tornaconto.

E ricordate che JoJump vi permette anche di simulare, se pensate di averne bisogno, un colloquio in lingua inglese. Non c’è niente di peggio infatti che sentirsi porre delle domande in inglese e non avere la benché minima idea di cosa sia stato detto e di quale sia il modo migliore per rispondere!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>