tradimento-le-scuse-più-usate

Come capire se tuo marito ti tradisce

Di in Ogni giorno on 28 agosto 2014

Vuoi cercare di capire se tuo marito ti tradisce? Prova a recepire alcuni segnali, volontari o involontari, che ti sta mandando: spesso quando tradiamo vogliamo inconsciamente farci scoprire, e di conseguenza siamo portati a compiere azioni e a pronunciare parole che normalmente sarebbero a noi estranee.

Se pensi che tuo marito abbia un’amante, presta attenzione ai suoi comportamenti: se le sue abitudini sono mutate, e se la sua routine quotidiana non è più la stessa di qualche tempo fa (sia per quel che riguarda gli orari, sia per quel che riguarda i gesti, senza dimenticare gli acquisti), è possibile che nella sua vita sia entrata una nuova persona che lo ha indotto a rivedere alcune delle sue consuetudini.

Un altro indizio che non devi sottovalutare è rappresentato, naturalmente, dal cellulare. Non ti stiamo invitando a spiare di nascosto il suo smartphone, sia perché sarebbe poco carino sia perché, con le chat di ultima generazione, sarebbe inutile (con Snapchat, per esempio, i messaggi si cancellano dopo pochi secondi). Semplicemente, se il tuo partner controlla il telefono molto più frequentemente rispetto a quanto faceva un tempo, devi drizzare le antenne.

Qualsiasi comportamento sospetto, poi, non può che metterti in allarme: se all’improvviso l’agenda di tuo marito si riempie di viaggi di lavoro con una frequenza mai riscontrata in passato è probabile che tali viaggi lo conducano a casa di un’altra donna. A maggior ragione, fai attenzione a eventuali regali che può decidere di farti: spesso, infatti, il senso di colpa spinge i partner fedifraghi a cercare di compensare e mitigare virtualmente il proprio comportamento non corretto con doni e altre attenzioni.

Infine, come spiega Van Gogh Investigazioni (agenzia investigativa attiva su Padova) ricordati che l’infedeltà da parte del tuo coniuge nella maggior parte dei casi ti permette di ottenere la separazione con addebito: il tradimento, infatti, può essere identificato come una condotta colpevole, per la quale le responsabilità della separazione spettano al traditore, con evidenti effetti sulle condizioni economiche relative alla separazione stessa. La conditio sine qua non, però, è che è il tradimento rappresenti il motivo della fine del matrimonio e non la conseguenza di un matrimonio già in crisi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>