scrittura-creativa

Come si scrive una relazione

Di in Scuola on 24 giugno 2014

Introduzione

Una relazione è un documento scritto che riporta in modo dettagliato e puntuale la descrizione di un fatto, di un’attività o di un avvenimento. Gli argomenti contenuti in una relazione possono essere di varia natura (studio, lavoro, accademici, tecnici etc.). Caratteristiche peculiari di una relazione sono sicuramente la chiarezza, l’imparzialità e la brevità. Per ottenere una buona relazione è necessario porre l’attenzione su vari aspetti pratici, che andiamo qui a esaminare.

Seguire una struttura chiara

Per scrivere una relazione efficace bisogna innanzitutto cominciare con l’individuazione di una struttura da seguire. È necessario suddividere gli argomenti che andremo ad affrontare in paragrafi o sezioni di testo, ciascuno con un titolo che ne descriva in maniera esauriente il contenuto. Una breve introduzione permette di presentare l’argomento e di metterne a fuoco l’oggetto, per esempio. Le fasi successive prevedono l’analisi delle evidenze (o dei fatti), il motivo per cui si sta producendo la relazione, il testo di base del documento in cui viene sviscerata la questione centrale e infine leconslusioni alle quali si è giunti.

Parole d’ordine: semplicità e sintesi

Un testo, a maggior ragione se tecnico, deve avere la presunzione di poter essere fruito da chiunque, non solo dai suoi destinatari diretti, quindi va da sé che lo stile utilizzato deve essere per forza di cosesemplice e comprensibile. Bisogna se possibile evitare tecnicismi e “paroloni”, avere il dono della sintesi scrivendo frasi brevi che contengano ognuna un dato, un fatto o una notizia rilevante.

Citare le fonti

Un buon modo per dare maggior credibilità a ciò che stiamo scrivendo nella relazione è utilizzare e riportare sempre fonti attendibili e verificabili (magari attravero sl’uso di note a pié di pagina), e cercare di evirtare il più possibile nell’esposizione dei fatti frasi che iniziano con “si dice” o “sembra che”, per evitare fraintendimenti o lasciare dubbi.

Scegliere un obiettivo e individuare le fasi per raggiungerlo

È necessario elencare tutti gli argomenti che si affronteranno, per avere sott’occhio una scaletta ben definita e chiara da seguire, onde evitare di perdere tempo a rintracciare il filo del discorso una volta iniziata la stesura della relazione. L’obiettivo ultimo di questa scaletta sarà posto come ultimo, come bersaglio al quale mirare in ogni fase della scrittura del documento.

Utilizzare un’adeguata formattazione del testo

È fondamentale dare un senso anche alla disposizione del testo: utilizzare elenchi, tabelle, se necessario suddividere i paragrafi in sottoparagrafi, utilizzare grassetti per le parole rilevanti e corsivi per le citazioni, inserire grafici o immagini per spiegare meglio ciò di cui stiamo parlando. Utilizzare anche i riassunti di ciascun paragrafo, se il testo è lungo, per dare modo al lettore di capire esattamente ciò di cui si parlerà e per facilitargli la comprensione del testo. Importante è anche la scelta del tipo di carattere (font) che andremo a utilizzare: l’ideale è usare un font chiaro, immediato e leggibile. Evitare di utilizzare più di un font per non generare confusione visiva in chi legge.

Rileggere accuratamente il testo scritto

Rileggere il testo significa controllare se è stato redatto in maniera ottimale, senza errori o refusi, se la struttura è di facile lettura e se si sono rispettate tutte le regole base.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>