acconciature-pin-up

Come fare un acconciatura in stile pin-up

Di in Moda e costume on 9 dicembre 2015

Corsi e ricorsi storici: è una buona sintesi di ciò che accade nel settore della moda e del settore beauty, che comprende – oltre al make-up e alle cure dedicate a viso e corpo – anche la moda dedicata ai capelli e alleacconciature.

Nel corso degli ultimi anni, si sono attestate alcune mode, nate nei decenni del secolo scorso, che hanno preso l’interesse di una parte di persone che – abbigliandosi, truccandosi e acconciando i capelli prendendo spunto dalle mode del passato – danno vita a dei veri e propri canali di affezionati a un determinato stile.

Una moda del passato tornata in auge da qualche anno e che conta migliaia di sostenitori, è quella che rifà il verso ai giovani degli anni ’50. In particolare, per le donne, la riproduzione – nella scelta degli abiti, del trucco e dell’acconciatura – delle cosiddette “Pin Up”, termine che significa letteralmente “da appendere” e che identifica le ragazze che, durante la seconda guerra mondiale, vestivano e si truccavano in maniera particolarmentesexy.

Alcune di loro, si facevano fotografare e le loro immagini erano attaccate spesso – da qui il termine Pin-Up – negli armadietti dei militari e nelle officine meccaniche: una pennellata di femminilità nel mondo prettamente maschile.

Una delle caratteristiche delle Pin-Up dell’epoca, era la pettinatura: particolare, con i capelli gonfi, quasi a voler apparire con uno stile artificiale.

Amereste provare questa acconciatura? Di seguito tutti i passaggi per ottenerla.

Cosa  occorre per realizzare un’acconciatura da Pin-Up

Per realizzare al meglio una pettinatura da Pin-Up vi occorrono i seguenti strumenti:

-          Forcine

-          Lacca

-          Bandana

-          Bigodini grandi

-          Apposito supporto morbido a mezzaluna (quelli che si inseriscono sotto le ciocche, per farle apparire voluminose)

Acconciatura da Pin-Up: versione sciolta e versione con bandana

I bigodini, strumenti indispensabili delle donne anni ’50. Venivano usati dopo lo shampoo, a capelli umidi, e poi asciugati col vecchio casco da parrucchiere. Il risultato? Una chioma gonfia e ondulata.

Per completare il look, un cerchietto colorato, per trattenere i capelli indietro. Fatto.

Esiste poi una versione che presuppone l’uso di una bandana.

Spazzolate i capelli indietro e dietro le orecchie. Nel caso in cui abbiate un taglio con frangetta, questa va conservata e non spazzolata indietro.

Arrotolate i capelli, realizzando una classica banana, e fissate con le forcine.

A questo punto, dovrete mettere la bandana: piegatela in maniera da ottenere una fascia larga. Appoggiatela sulla sommità della testa: se avete la frangia, la bandana va appoggiata al di sopra della frangetta, per lasciarla libera.

Legate la bandana dietro al collo, con un nodo.

La mezzaluna, solitamente in materiale spugnoso, va inserita sotto la porzione di capelli che fuoriesce dalla bandana, all’attaccatura della fronte, per creare l’effetto volume. Usatela se non avete la frangia, altrimenti si crea un effetto posticcio poco piacevole.

Per fissare l’acconciatura, spruzzate un’abbondante dose di lacca sui capelli, tenendo la bomboletta a 20 centimetri dalla testa e in maniera omogenea.

Usate bandane colorate, come voleva la moda del tempo, e l’effetto Pin-Up sarà completo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>