panorama-di-capraia-porto

La patente nautica entro le 12 miglia e gli esami da superare per conseguirla

Di in Moda e costume on 29 settembre 2016

La patente nautica rappresenta un tipo di documento che permetterà, agli appassionati di questo mezzo di trasporto marino, di poterlo condurre senza che vi possano essere delle problema tiche di ogni natura.
Ecco come procedere per poter conseguire questo particolare obiettivo.

La prima fase di studio

La patente per la guida delle barche si consegue superando tre esami, ognuno dei quali risulta essere caratterizzato da un argomento che risulta essere completamente differente rispetto all’altro.
La prima fase d’esame, che consente di poter conseguire questa licenza, risulta essere quella che si concentra sull’analisi della carta nautica.
Ogni persona che deve guidare un mezzo di trasporto marittimo, deve essere in grado di conoscere alla perfezione la carta nautica, in maniera tale che si possano evitare delle conseguenze che talvolta si tramutano in una tragedia vera e propria.
Gli argomenti del primo esame, che ogni candidato deve sostenere, si basa su un esercizio che affronta, come primo punto, la lettura delle coordinate sulla carta geografica: questo argomento servirà per stabilire la capacità di orientarsi e fornire informazioni del candidato.
Il calcolo del carburante minimo necessario per percorrere un tratto marittimo, prendendo in considerazione potenza, velocità e distanza da percorrere è un altro argomento che viene affrontato in questo primo esame.
Infine, nell’esercizio, potrebbe essere presente anche l’argomento del sistema di coordinate Mercatore.
La prima prova, che permette di conseguire la licenza di guida dei mezzi marittimi, ha un tempo massimo di quindici minuti: se questo viene superato, il candidato potrà accedere al secondo esame.

Il secondo esame teorico

La patente nautica entro le 12 miglia è composta anche da un secondo esame teorico al quale, il candidato, potrà accedere solo ed esclusivamente se egli supera, in maniera corretta e discreta, il primo quiz.
Non sempre, questo secondo esame, segue il primo: potrebbe infatti accadere che, la prova successiva, possa essere stabilita in una data differente.
Questa seconda prova è molto simile all’esame teorico della patente di guida per gli automezzi ed i ciclomotori.
Il candidato dovrà rispondere, in maniera corretta, ad almeno diciassette delle venti domande a risposta multipla che vengono proposti dal quiz stesso.
Esso sarà unico e verrà generato casualmente: sarà quindi impossibile poter trovare un quiz che abbia anche solo una domanda che risulta essere identica a quella presente in un altra scheda.
Essa comprenderà principalmente argomenti come sicurezza marittima, navigazione e segnalazione: anche argomenti come quelli relativi alle diverse parti della barca e meteorologia saranno presenti nella scheda, seppur in misura inferiore.
I candidati avranno mezz’ora di tempo per poter rispondere, in maniera corretta, alle domande: il massimo degli errori ammessi da questa prova d’esame è pari a tre.
Col quarto, invece, si verrà bocciati e l’esame dovrà essere ripetuto.

Dalla teoria alla pratica

Infine, per conseguire questa licenza di guida, sarà necessario sottoporsi ad una terza prova, la quale risulta essere di tipo pratico: essa potrebbe svolgersi nella medesima data della seconda, in base alle disposizioni della scuola, degli organi competenti in materia e delle condizioni meteo.
L’ultima prova consiste nella navigazione in mare seguendo le istruzioni che vengono date dall’esaminatore.
Il candidato sarà quindi obbligato a seguire tutte le diverse istruzioni che gli vengono impartite e prestare la massima attenzione dato che, l’esaminatore, potrebbe effettuare delle richieste che vanno contro il codice della navigazione.
Al termine della prova pratica, se questa dovesse essere superata, il candidato otterrà la licenza di guida delle imbarcazioni entro le dodici miglia.

Per conseguire la patente occorre quindi:

.superare il quiz sulla carta marittima;
.superare il quiz a domanda multipla con tutti gli argomenti affrontati durante il corso teorico;
.superare la prova pratica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>