lettori di banconote per vending

Come inserire il denaro nei lettori di banconote dei distributori automatici

Di in Tecnologia on 21 marzo 2016

Quante volte capita di andare al self service per fare benzina e scopriamo che le banconote ci vengono rifiutate! La reazione più ovvia è quella di… cambiare self service!

Eppure forse non ci soffermiamo abbastanza a capire quanto siano complesse le apparecchiature per il riconoscimento delle banconote, che oltre a verificare il taglio, devono anche essere in grado di distinguere le banconote vere dalle banconote false, indipendentemente dallo stato di usura della carta.

Sono sempre più frequenti le occasioni in cui si possono acquistare merci o pagare servizi direttamente tramite una cassa automatica provvista di gettoniera o di lettore di banconote.

Le applicazioni sono moltissime e spesso, fino a che non ci capita un problema di accettazione delle nostre banconote, diamo per scontata la possibilità di pagare in modo automatico.

È il caso dei distributori self service di benzina, dei tabaccai, degli autolavaggi, delle biglietterie automatiche e molto altro. La gamma di applicazione dei lettori di banconote per distributori automatici si estende anche ad altri tipi di apparecchiature, non solo macchine per il vending o biglietterie, ma anche, ad esempio, molte macchine da gioco dedicate ai videogames che permettono di utilizzare moneta invece dei più macchinosi gettoni.  Anche gli stessi bancomat possiedono, per gli eventuali versamenti in cassa continua, dei lettori di banconote che permettono il conteggio preciso del denaro inserito.

Ma come fare se ci troviamo davanti ad una urgenza, l’unica possibilità di effettuare un acquisto è quella del distributore automatico, ma le nostre banconote ci vengono rifiutate?

Vediamo alcuni trucchi che possono renderci la vita decisamente più comoda.

Ricordiamoci intanto di tenere le banconote in un portafoglio, senza arrotolarle e senza strapparle. In caso di strappo in una zona non fondamentale per il riconoscimento del valore e della validità della banconota, possiamo riparare un eventuale strappo utilizzando nastro isolante trasparente da un solo lato della banconota.

Il verso di inserimento del denaro, se non diversamente indicato, è indifferente: scegliamo però sempre come lato di inserimento quello più lineare e meno rovinato.

Prima di inserire le nostre banconote, specie se presentano pieghe, appoggiamole sul bordo della cassa e strofiniamole in modo da eliminare eventuali pieghe ed orecchie.

Se le nostre banconote sono troppo nuove, potrebbero venire rifiutate: prendiamo la banconota fra le mani e strofiniamola in modo da ammorbidire la carta.

Non spingiamo le banconote, ma guidiamole leggermente all’interno del lettore.

Se tutto questo non funziona, proviamo un ultimo trucco: arrotoliamo la banconota per il verso della lunghezza, senza stringere troppo, poi stendiamola ed inseriamola in modo che la parte centrale sia ancora  concava. In questo modo, anche le banconote molto usurate possono essere agevolmente agganciate dal rullo del lettore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>