4

Come scegliere e installare il piatto doccia? Privilegiare funzionalità, praticità ed estetica

Di in Attività domestiche on 22 luglio 2016

Arredare il bagno non è solo più sinonimo di praticità e funzionalità, ma è diventato anche sinonimo di estetica e design, perché la stanza da bagno, grazie alle innovazioni tecnologiche, è diventata un luogo di relax, d’intimità personale, dove ristorarsi dopo una lunga giornata, quasi come in una spa.

Esiste quindi, un’ampissima scelta di arredi sia per forme che per materiali, colori etc.

 

Quando si opta per il box doccia e si deve scegliere un piatto doccia quali caratteristiche bisogna ricercare? Filo pavimento o normale?

I piatti doccia filo pavimento sono delle soluzioni che escludono le differenze di altezza tra il box doccia e il pavimento e sono realizzati disponendo i piatti doccia con spessore limitato nella soletta o realizzati disponendo una pavimentazione adeguatamente coibentata e isolata.

Questi piatti doccia quindi, sono particolarmente adatti ai bagni con design moderno e minimal, consigliati in presenza di anziani o bambini, poiché eliminano quella barriera o scalino che spesso crea disagi o incidenti. Adatti inoltre per quelle persone che, per problemi fisici, non possono valicare ostacoli, per esempio per le persone sulla sedia a rotelle o con limitata mobilità agli arti inferiori.

Questi particolari piatti doccia possono essere realizzati in materiali differenti, dalla normale ceramica bianca o colorata, agli acrilici fibrorinforzati, a quelli in corian, cristalplant e altri compositi di ultima generazione.

Installare un piatto doccia a filo pavimento

Quando si decide di installare un piatto doccia a filo pavimento, si deve calcolare con attenzione che lo spazio disponibile sia sufficiente sia per il piatto stesso sia per il sifone con lo scarico.

A Torino come nelle altre città, sono proposti generalmente tre modelli per lo scolo del piatto: lo scarico centrale classico, modernizzato in stile minimale; le caditoie laterali che possono essere disposte lungo il perimetro del piatto oppure le canalette.

Le canalette più delle altre soluzioni, permettono di nascondere i punti di scolo facendoli coincidere con le fughe del pavimento e sono quindi consigliate per chi ama un design minimal ed essenziale del bagno.

Quando si passa alla disposizione dei piatti doccia a filo pavimento, è fondamentale assicurarsi che l’isolamento sia eseguito correttamente per non avere dannose infiltrazioni di acqua nel solaio sottostante. In questo il vostro rivenditore di fiducia saprà consigliarvi sicuramente, a Torino (vedi qui) come a Roma come a Napoli.

 

La scelta di installare i piatti doccia a filo pavimento sono quindi sia funzionali sia estetici: infatti, la continuità della pavimentazione rende l’ambiente lineare, essenziale e dall’aspetto più ampio, particolarmente adatti a chi vive in appartamenti molto piccoli, come quelli di Torino. Quest’aspetto viene enfatizzato con l’accostamento di un box doccia con cristallo privo di profili che rende l’ambiente anche molto pulito e dal design minimale.

Inoltre queste soluzioni possono essere collocate sia in un angolo sia in centro stanza, permettendo una visuale quasi totale e senza interruzioni dell’intero spazio.

Dal punto di vista funzionale, come già citato, si consiglia per quelle persone che potrebbero avere difficoltà a valicare scalini anche bassi o per i bambini che magari correndo non si accorgono dell’ostacolo presente.

La scelta del piatto doccia è quindi molto personale e riguarda gusto ed esigenze del singolo cliente.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>