Come pulire gli interni di una barca

Di in Hobby e bricolage on 11 ottobre 2018

Scopriamo in questa guida alcuni consigli utili per capire come pulire gli interni di una barca. Prendersi cura della propria imbarcazione è molto importante, la pulizia e la manutenzione aiutano a tenere nuova la barca e a mantenere il suo valore nel tempo, evitando che la barca venga deprezzata. Una pulizia interna è importante non solo per il valore della barca, ma anche per la qualità di navigazione: è indubbio che stare a bordo di una barca pulita sia completamente diverso rispetto a stare su un’imbarcazione sporca e trasandata. Non resta che capire come pulire gli interni di una barca in modo semplice, senza doversi rivolgere necessariamente a dei professionisti di pulizia dei natanti. I consigli che daremo sono validi sia per le imbarcazioni professionali, sia per le barche che vengono acquistare per essere utilizzate per lo svago.

Per pulire bene gli interni di una barca è utile svuotare la propria imbarcazione. Consigliamo inoltre di non utilizzare dei prodotti aggressivi ed inquinanti, innanzitutto perché potrebbero danneggiare gli interni dell’imbarcazione e poi perché, riversati in mare, danneggerebbero l’ecosistema marino. Il nostro consiglio è di essere pronti con aceto bianco, acqua tiepida, panni asciutti, sgrassatore poco aggressivo, spazzola con delle setole morbide. Con questo armamentario sarà possibile pulire gli interni di una barca in modo preciso, evitando che nell’imbarcazione ci sia del cattivo odore ed evitando anche la formazione della tanta temuta muffa.

Per la pulizia dei paglioli la soluzione formata da aceto bianco ed acqua è l’ideale, consente di ottenere un’ottima pulizia. L’aceto viene apprezzato anche perché consente di bloccare la formazione della muffa, che è considerata uno dei principali nemici delle barche. Non si può dunque pensare di pulire gli interni di una barca in modo completo senza disporre anche di un po’ di aceto. Questo ha inoltre un’altra funzione importante: può essere utilizzato per bloccare il calcare e per eliminarlo, versandolo semplicemente negli scarichi della barca e lasciando che eserciti per un paio d’ore la sua azione. Per pulire invece i mobili in legno è sufficiente utilizzare dell’acqua tiepida, senza particolari prodotti. Magari, al termine della pulizia, potrebbe essere utile applicare della cera apposita per i mobili in legno, per prendersene ulteriormente cura.

Consigliamo di effettuare con cura la pulizia delle sentine, perché qui è facile che si raccolga lo sporco. Per una pulizia corretta bisogna svuotarle del tutto, aspirare quello che si riesce a rimuovere e poi passare alla pulizia riempendole con una soluzione costituita da acqua calda e da sgrassatore. Per lo sgrassatore, il nostro consiglio è di puntare su un prodotto ecologico, tanto se ne trovano molteplici in commercio, quindi non dovrebbe essere difficile reperirlo. Per le parti tessili, invece, dipende da cosa sono costituite, ma anche loro devono essere trattate con cura e con grande minuzia. Va bene anche in questo caso utilizzare un qualsiasi tipo di sgrassatore, non c’è bisogno di acquistare un prodotto specifico, basta non dimenticare di effettuare la pulizia anche alle parti tessili, altrimenti non si riesce ad ottenere una corretta pulizia degli interni di una barca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *